Palazzo Mancini

Guerci, M. (2011) Palazzo Mancini. Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Rome, 320 pp. ISBN 9788824010580. (The full text of this publication is not available from this repository)

The full text of this publication is not available from this repository. (Contact us about this Publication)

Abstract

Description: Roma: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, 2011. 31cm., hardcover, 320pp., 196 illus. Summary: Il volume prende in esame la storia dell’edificio e dell’antica famiglia romana dei Mancini. L’attuale palazzo fu costruito a seguito di un accorpamento tra alcuni edifici ubicati in via del Corso e la vecchia residenza di famiglia. Lorenzo Mancini aveva sposato la sorella del cardinale Mazzarino che, desiderando estendere l’intero isolato del palazzo su via del Corso, concluse l’acquisto delle case da abbattere a nord dell’edificio e affidò il progetto a Carlo Rainaldi. Il nipote del cardinale fece completare l’attuale nucleo tra il 1687 e il 1689. Negli anni successivi l’edificio ospitò diversi affittuari, da ultimo l’Accademia di Francia che decise nel 1737 di acquistare in nome del re il prestigioso palazzo. Dal 1919 è di proprietà del Banco di Sicilia/Unicredit. (Palazzi, ville e chiese di Roma.)

Item Type: Book
Subjects: N Fine Arts > NA Architecture
Divisions: Faculties > Humanities > Architecture
Depositing User: Manolo Guerci
Date Deposited: 15 Nov 2011 15:03
Last Modified: 18 Nov 2011 09:55
Resource URI: http://kar.kent.ac.uk/id/eprint/28123 (The current URI for this page, for reference purposes)
  • Depositors only (login required):